PDF Stampa

ART. 1  PREMESSA


Ai sensi e per gli effetti dell'art.16 bis dello statuto della Fondazione Centro Studi Telos il presente regolamento di gestione disciplina il funzionamento del Centro nel rispetto delle Statuto, delle leggi vigenti in materia e del codice civile.

 

Art. 2 CAMERE DI CONCILIAZIONE E DI ARBITRATO


Ai sensi e per gli effetti dell'art. 7 dello Statuto Sociale è costituito presso la Fondazione Centro Studi Telos il Centro per la Prevenzione e Risoluzione dei Conflitti in sigla C.P.R.C. quale organo della Fondazione con autonomia funzionale.
Nel rispetto dell'oggetto sociale di cui all'art. 4 dello Statuto, il C.P.R.C. amministra le attività relative a:

  · conciliazioni per la prevenzione dei conflitti mediante rinegoziazione del rapporto;

  · conciliazioni per la composizione del conflitto;

  · arbitrati rituali ed irrituali;

  · arbitraggio;

  · perizia contrattuale.


Art. 3 GESTIONE DELLE CAMERE


La gestione delle Camere è affidata al Comitato Esecutivo e al Segretario Generale con il supporto del Comitato Scientifico.
 

Art. 4 COMITATO ESECUTIVO


Il Comitato Esecutivo è composto dai  Presidente e Vice-Presidente protempore dell' O.D.C..E.C. di Roma e da un professionista designato dallo stesso organismo che ne fissa altresì la durata dell'incarico ad esso sono assegnate le seguenti funzioni:

  a) approvazione del regolamento di amministrazione sentito il tesoriere della Fondazione;

  b) approvazione dei regolamenti di conciliazione ed arbitrato;

  c) approvazione delle tariffe per le attività svolte dal Centro;

  d) approvazione delle clausole compromissorie standard;

  e) fissazione delle regole deontologiche per i conciliatori e gli arbitri;

  f)  nomina dei conciliatori ed arbitri su proposta del Segretario Generale e sentito il Comitato Scientifico;

  g) sostituzione e/o ricusazione degli stessi in tutti i casi di incompatibilità e conflitto di interessi;

  h) determinazione delle spese dei procedimenti;

  i) decisione sui reclami contro la liquidazione delle spese di procedimento;

  j) delibera su ogni altra questione e attività sottopostagli.

Il Comitato Esecutivo predispone, conserva ed aggiorna le liste dei conciliatori, degli arbitri e dei periti italiani o stranieri, di cui può avvalersi per le nomine di sua spettanza su proposta del Segretario Generale e sentito il Comitato Scientifico.
Le liste terranno conto delle conoscenze tecniche ed esperienze professionali, della conoscenza delle lingue, dell'esperienza già maturata in tema di arbitrato e conciliazione della partecipazione a corsi di formazione organizzati dal Centro o da terzi e di ogni altro elemento utile per facilitare la scelta del soggetto più idoneo in relazione alle singole procedure.
Le funzioni del Comitato Esecutivo sono svolte a titolo gratuito salvo un rimborso spese che sarà determinato sulla base del risultato della gestione del Centro come previsto nel regolamento di amministrazione.

 

Art. 5 SEGRETARIO GENERALE


Il Segretario Generale viene nominato con delibera del Comitato Esecutivo che ne stabilisce le attribuzioni, le funzioni, la durata in carica ed il compenso.
In ogni caso a tale organo sono attribuite tutte le funzioni operative, in particolare il S.G. organizza il funzionamento degli uffici per l'erogazione dei servizi, dirige e coordina le risorse umane per la gestione del Centro, predispone la documentazione necessaria per l'attivazione dei servizi, controlla l'andamento delle procedure in tutte le fasi delle stesse dall'avvio fino alla conclusione, redige i protocolli operativi delle segreterie, propone la nomina dei conciliatori e degli arbitri e le liste di conciliatori, di arbitri e di periti e  acquisisce il parere del Comitato Scientifico su tali proposte.
Tutte le funzioni di cui sopra si intendono assegnate al Segretario Generale nei limiti o con le estensioni che saranno indicate da apposita delibera del Comitato Esecutivo.
 

Art. 6 COMITATO SCIENTIFICO


Il Comitato Scientifico è nominato dal Comitato Esecutivo che ne stabilisce il numero dei componenti e la durata in carica.
A tale organo competono i pareri consultivi richiesti dal Segretario Generale e dal Comitato Esecutivo,  ad esso inoltre è affidato l'aggiornamento dei regolamenti di procedura sia della conciliazione che dell'arbitrato nonché l'attivazione di approfondimenti di studio sulle tecniche e sulle procedure attivate all'interno del Centro, il Comitato Esecutivo indirizza inoltre la formazione dei conciliatori e degli arbitri ed esprime parere sui corsi organizzati dal Centro.
 

Art. 7 ESECUTIVITÀ DEL REGOLAMENTO DI GESTIONE


Il presente regolamento è approvato dal Comitato Esecutivo nella riunione del 30.10.2009.
Le eventuali modifiche ed integrazioni verranno fatte rilevare con esplicita modifica ed integrazione del presente articolo.